Martina Franca – Barletta, scommesse illecite sul pareggio

martina franca barletta scommesse truffa

Gli scommettitori, nella partita della Lega Pro C Martina Franca – Barletta, hanno giocato per il 97% il pareggio. Questa è una notizia che lascia un po’ con lo stupore: infatti non è passata inosservata per molti, che hanno alla fine deciso di ricorrere a misure drastiche: ci sarà infatti un blitz degli ispettori federali a Martina, scatta l’inchiesta.

Quello che si cerca di scoprire è se effettivamente ci sono state delle particolari anomalie durante le giocate. In questo modo, ci sarebbero dei grossi problemi per le squadre della lega pro incolpate. Ovviamente, la stessa cosa non succede nella serie A. E quando si parla di sport e tempo libero, bicicletta, palestra o calcio che sia, la seria A è sempre la serie A!

In questo caso sono stati ascoltati dirigenti e calciatori su quella che potrebbe essere l’illegalità portata alla luce.

Infatti mentre tutti gli scommettitori hanno puntato sul X come risultato, che veniva pagato a 2.5 volte la giocata (quindi chi giocava 10 euro ne poteva vincere ben 25), la partita è poi finita 1 – 0.

Nel frattempo molti dei broker che hanno fatto giocare le partite si sono accorti che quasi l’intero 100% delle quote era giocato verso il pareggio e, spaventati, hanno deciso di bloccare le giocate per questa partita.

Ora, è facile incolpare persone per l’accaduto, ma allo stesso modo vengono fatte delle indagini per scoprire se effettivamente le partite erano irregolari oppure no. In questo modo si incolperà la squadra di casa e la squadra ospite di tutto quando. La Figc ha subito deciso di far scattare i protocolli per le indagini di tutto l’accaduto, in modo tale da rassicurare giocatori, squadre e scommettitori sulla vicenda, e lasciare tutti più sereni.

In questo clima teso è facile capire come, in un periodo di crisi sportiva e calcistica come questo, si possa incorrere in simili problemi. Ecco che invece si cerca grazie ad un bliz, alla finanza e alla polizia, di fare luce sull’accaduto, lasciando tutti con un po’ di voglia di capire quello che effettivamente è stato fatto.

Quello che è successo, se a qualcuno sono stati fregati dei soldi senza che se ne accorgesse. Se queste scommesse di calcio sono effettivamente vere oppure se hanno un ché di misterioso. E se, soprattutto, è facile restare in sintonia con un mondo, quello del calcio, della Figc e della Lega Pro, che spesso lascia senza parole. Spesso lascia con un non so ché di misterioso, e che porta le persone ad essere sfiduciate nel calcio, nelle istituzioni, e soprattutto in quello che finalmente è il mondo delle scommesse sportive. Delle scommesse di calcio.

Del giocare la bolletta cercando di vincere un po’ di soldi. In quel gioco che, alla fine, può portare ad una dipendenza cronica. Può portare le persone al lastrico sol perché hanno deciso di puntare tutto sulla loro squadra del cuore. Una squadra che, alla fine, si scopre essere una ladra che truffa alla grande.

Ecco quello che è il calcio. E nella serie A succede ogni settimana, ma viene taciuto e lasciato al coperto, al fine di non creare sussulti in tutte quelle persone che nel calcio e nello sport ci credono davvero. Sia scommettendo, che non scommettendo.