Praticare gli sport estremi in sicurezza grazie alle assicurazioni vita


 

Praticare sport estremi e sentire l’adrenalina scorrere nelle vene sono emozioni che molte persone amano provare, ma allo stesso tempo è opportuno stipulare un’apposita assicurazione sulla vita per mettersi al riparo da qualsiasi incidente possa verificarsi. L’assicurazione sanitaria “standard” di solito non copre gli infortuni che possono capitare mentre si praticano sport pericolosi. Nello specifico nella categoria degli infortuni non professionali si possono distinguere tra: atti temerari relativi ed atti temerari assoluti. Tra gli atti temerari relativi rientrano sport pericolosi come lo sci fuori pista ed il canyoning, mentre tra gli atti temerari assoluti rientrano sport estremi come il base jumping, gare di motocross ed immersioni sott’acqua superiori ai 40 metri.

L’elenco degli sport e degli hobby temerari vengono aggiornati costantemente, quindi è opportuno richiedere un preventivo assicurazione online, sia per capire in quale categoria rientra la vostra pratica sportiva sia per conoscere l’importo di una polizza sulla vita. É importante che al momento della stipula di un contratto vengano fornite tutte le informazioni utili, e si risponda in maniera veritiera alle domande del questionario sullo sport praticato. Non bisogna omettere nulla altrimenti si rischia di non ricevere nessun tipo di copertura per alcune tipologie di infortuni. Gli assicuratori infatti possono decurtare le prestazioni fino al 50%, ed in alcuni casi rifiutare del tutto la copertura di un danno, se l’infortunio deriva da un atto temerario per cui non è prevista nessuna polizza.

Si possono scegliere tra diverse tipologie di assicurazione sulla vita per quanto riguarda gli sport estremi. C’è l’assicurazione privata contro gli infortuni, che integra le assicurazioni classiche sulle malattie e sugli infortuni. Per esempio in seguito ad un infortunio sportivo, tale polizza copre ed integra i costi di salvataggio e di cure mediche. Gli sportivi professionisti, in caso di infortuni gravi, possono stipulare un’assicurazione che garantisca una rendita per incapacità di guadagno, ottenendo così un corrispondente reddito sostitutivo.

Per chi pratica sport estremi purtroppo bisogna mettere in conto anche il decesso dell’assicurato, in questi casi si può stipulare un’assicurazione che garantisca una copertura finanziaria destinata ai beneficiari. Infine c’è l’assicurazione responsabilità civile privata, che copre i danni causati a cose e persone in seguito allo svolgimento di un’attività pericolosa o uno sport estremo. Questa tipologia di assicurazione copre tutte le spese che deve sostenere la persona danneggiata, come le cure mediche, ma anche un’eventuale perdita di guadagno in seguito all’infortunio riportato. Senza questa assicurazione l’assicurato rischia di pagare costi altissimi per i danni provocati, le eventuali spese di operazioni e le probabili perdite di guadagno.