Smartwatch: consigli e guida all’acquisto


Smartwatch: consigli e guida all

Chi è interessato a comprare uno smartwatch ma non sa come orientarsi tra le numerose proposte messe a disposizione dal mercato dovrebbe, prima di tutto, optare per i dispositivi che sono dotati di Android Wear, vale a dire il sistema operativo sviluppato da Google. La scelta dell’uno o dell’altro modello deve essere operata anche in funzione delle esigenze che si è intenzionati a soddisfare: per esempio, la gestione delle notifiche di una o più app, oppure il monitoraggio dell’attività fisica, e così via.

Prima di decidere qual è miglior smartwatch, è opportuno prendere in considerazione le caratteristiche più importanti di questo tipo di prodotto: il display touchscreen, per esempio, ma anche i comandi vocali. Nei modelli più innovativi e avanzati dal punto di vista tecnologico, inoltre, è presente un sensore per il battito cardiaco. Tra le altre funzionalità non si possono dimenticare il vivavoce – che consente di effettuare telefonate o di rispondere alle chiamate in arrivo – e la connettività 3G.

Entrando più nel dettaglio, una delle soluzioni più performanti in questo settore può essere individuata nel Motorola Moto 360 2, seconda generazione di uno smartwatch molto apprezzato dagli addetti ai lavori disponibili in due versioni maschili e una versione femminile. Il display ha un diametro variabile da 42 a 46 millimetri, a seconda del modello scelto, così come cambia la capacità della batteria, da 300 a 400 mAh. Per quel che riguarda la scheda tecnica, il processore Snapdragon 300 è supportato da una memoria interna da 4 giga e da una Ram di 512 mega. Il sensore di luminosità è collocato in corrispondenza della parte inferiore dello schermo, mentre nella versione Sport il display è caratterizzato dalla tecnologia Anylight, studiata e sviluppata per assicurare una visibilità ottimale anche all’aperto, con la luce dei raggi del sole.

Un altro marchio che si pone come un punto di riferimento nel settore è Fossil, con i suoi modelli Q Wander, Q Marshal e Q Founder. In tutti e tre i casi si ha a che fare con un design ben rifinito e reso elegante da una scocca certificata IP67 in metallo, mentre il display da 1.5 pollici garantisce una visibilità più che buona. Sul Q Founder il processore è un SoC Intel con Ram da 1 giga, mentre Q Wander e Q Marshal montano uno Snapdragon Wear 2100 con Ram da 512 mega. La memoria interna è sempre di 4 giga, così come sono invariabili i sensori come il giroscopio e l’accelerometro.