Milan-Napoli, i due volti di San Siro: applausi ad Ancelotti, cori contro i partenopei


Milan-Napoli, i due volti di San Siro: applausi ad Ancelotti, cori contro i partenopei

Nessun coro razzista nei confronti di Kalidou Koulibaly del Napoli ma dalla Curva Sud di San Siro sono partiti slogan di discriminazione territoriale nei confronti dei partenopei. Il brutto e il bello della serata di campionato tra rossoneri e azzurri perché – a onor del vero – va sottolineato anche l’applauso e al tempo stesso il tributo riservato a Carlo Ancelotti, icona del popolo milanista come calciatore e allenatore.

La nota stonata? Quanto accaduto nel pre-partita quando nei confronti dei sostenitori campani sono stati cantati cori tanto sgradevoli quanto inopportuni consideratala necessità di dare un segnale chiaro, di buon esempio, di buon esempio rispetto a quanto accadde lo scorso 26 dicembre. Allora, il difensore centrale senegalese venne bersagliato per tutto il match dai ‘buuu razzisti’ fino all’espulsione decretata dall’arbitro Mazzoleni per la reazione nervosa nei confronti del direttore di gara che lo aveva ammonito per un fallo su Politano. Stizzito dalla situazione contingente, il calciatore si rese protagonista di un applauso polemico e venne spedito negli spogliatoi anzitempo (subendo anche una squalifica di due giornate, senza alcuno sconto di pena).

Cosa hanno urlato i tifosi milanisti? Niente di nuovo… niente che non faccia parte già del bestiario da stadio, niente che abbia già fatto eco in diversi impianti italiani soprattutto quando a scendere in campo è il Napoli. A Bergamo, addirittura, attraverso un comunicato, gli ultrà orobici rivendicarono il diritto di fare cori discriminatori equiparandoli a semplici sfotto’… Deve averla pensata così anche quella di tifosi rossoneri che si sono ‘distinti’ all’insegna del “Noi non siamo napoletani” e quello più gettonato “Senti che puzza, scappano anche i cani, stanno arrivando i napoletani”. Al peggio non c’è mai fine…

Fonte: Milan-Napoli, i due volti di San Siro: applausi ad Ancelotti, cori contro i partenopei